google AMP: Accelerate Mobile Pages

Come attivare Google AMP su WordPress

Commenta

Le pagine AMP sono supportate da WordPress, tramite la configurazione di un plugin.

Nei giorni scorso Google ha lanciato il progetto AMP, pagine super veloci ottimizzate per la visualizzazione da mobile.

Worpress supporta tale funzione, in maniera automatica su WordPress.come e tramite un plugin nella versione self-hosted.

Questa guida non spiegherà solamente come configurare AMP, ma anche come integrare tools analitici e pubblicitari in tali pagine. Lo stesso plugin, opportunamente configurato, potrà essere utilizzato anche per gli Instant Articles di Facebook.

Plugin AMP

Se vi interessa solamente abilitare la funzione, senza ulteriori configurazioni è sufficiente installare il plugin AMP ed attivarlo.

Una volta attivato il plugin in gioco è fatto, non servirà fare assolutamente nient’altro.

Personalizzare le pagine, utilizzare tool analiciti e pubblicitari

Se oltre a convertire le vostre pagine volete avere la possibilità di personalizzarle ed integrarci alcuni strumenti come Google Analytics o AdSense, vi consiglio invece di utilizzare il plugin Facebook Instant Articles & Google AMP Pages by PageFrog.

Questo plugin offre funzionalità più avanzate del precedente, centralizzando in un solo tool la gestione di più strumenti: Google AMP, Facebook Instant Articles ed in futuro Apple News.

google amp e facebook instant articles

Il plugin farà comparire nel vostro menù di WordPress una nuova voce: Mobile Formats, per prima cosa dovrete accedervi e cliccare su Setup, andando ad installare e configurare il tool di vostro interesse. Nel caso di Google AMP accedendo alla funzionalità di Setup, verrà scaricato il plugin AMP di cui abbiamo parlato in precedenza.

Dopo aver installato la funzionalità è possibile passare alle impostazioni successive, relative allo Styling. E’ possibile impostare il logo del proprio sito web, il tipo di carattere (Serif o Sans Serif) ed i colori di testi, headline e link.

E’ possibile anche visualizzare un’anteprima del risultato finale. Se volete testarlo direttamente da mobile, navigando una pagina reale, viene anche generata una URL di prova su un articolo a vostra scelta.

google amp e facebook instant articles

Le impostazioni successive sono quelle relative ai tool analiciti, attraverso il menù Analytics. E’ possibile collegare Google Analytics alle vostre pagine AMP, oltre ad altri strumenti di analisi. In questo modo non perderete traccia delle visite al vostro sito web ottenute attraverso le pagine AMP.

google amp e facebook instant articles

In base al servizio scelto bisognerà completare la procedura di collegamento del prodotto al vostro account esistente.

Lo stesso meccanismo è replicato sui tool pubblicitari, presenti nel menù Ads, da cui potrete configurare Google Adsense, la pubblicità di Audience Facebook e altre pubblicità.

google amp e facebook instant articles

Anche in questo caso sarà necessario collegare i vostri account al servizio, selezionare il tipo di inserzione e le modalità di visualizzazione; ad esempio per AdSense vi proporrà diversi formati di annuncio e potrete impostare con quale frequenza dovranno apparire all’interno dell’articolo.

Per il corretto funzionamento di tutto è consigliato svuotare la cache e rigenerare i permalink del sito web.

Una volta fatto tutto basterà accedere al menù Settings ed attivare la funzione. E’ possibile attivarla solo sui nuovi post o retroattivamente su tutti gli articoli già esistenti. Si può inoltre decidere se applicarla solamente agli articoli o anche alle pagine.

Questo tool vi permette inoltre di avere, nella pagina di composizione dell’articolo, l’anteprima di come comparirà l’articolo in Google AMP, ma anche in Instant Articles, ed il link di anteprima per provarlo su mobile. Nell’elenco degli articoli comparirà inoltre un simbolo che vi segnalerà quali articoli sono pronti per la visualizzazione mobile e quali no.

Per vedere questo articolo in formato AMP clicca qui.

Yoast SEO

Se utilizzate il plugin Yoast SEO potreste avere qualche problema con i metadati sulle pagine AMP. Per ovviare al problema è disponibile il plugin Glue for Yoas SEO & AMP. Basterà installarlo, senza bisogno di nessuna configurazione aggiuntiva.

Tali problemi dovrebbero comunque risolversi con i prossimi aggiornamenti di SEO Yoast.

Indicizzazione delle pagine AMP

Potrete verificare lo stato dell’indicizzazione delle pagine AMP e relativi errori direttamente nella Google Search Console, alla voce Accelerated Mobile Pages presente nel menù Aspetto nella Ricerca.

Dall’installazione del plugin ci vorrà qualche giorno prima che Google inizi a rilevare tali pagine, e tale operazione avverrà gradualmente. Da mobile le pagine AMP potrebbero inoltre venire privilegiate nell’indicizzazione.

Ricordiamo che l’utilizzo di pagine AMP è consigliato in maniera particolare a chi ha gestisce un sito di notizie e/o è presente in Google News.

 

Potrebbe interessarti leggere