mastercard pagare con un selfie

Con MasterCard si potrà pagare con un selfie

Commenta

MasterCard sostituirà i PIN con i selfie, grazie al riconoscimento facciale. In arrivo anche altri sistemi biometrici.

MasterCard sta per introdurre dei sistemi di sicurezza biometrica al posto dei pin, andando a semplificare il processo dei pagamenti online.

Il sistema si chiamerà MasterCard Identity Check e permetterà di approvare un pagamento grazie al riconoscimento facciale, semplicemente scattandosi un selfie, o in alternativa grazie all’impronta digitale.

La funzione potrà essere usata previa registrazione, in modo da fornire a MasterCard i propri dati biometrici, che saranno immagazzinati ed utilizzati in seguito per un controllo incrociato al momento di effettuare un pagamento. Sarà inoltre necessario scaricare l’apposita app. Quando si effettuerà un pagamento si dovrà quindi scattare una foto con la fotocamera frontale del telefono, battendo le palpebre per confermare la reale presenza della persona davanti all’obiettivo (evitando così il rischio che qualcuno tenti di autenticarsi inquadrando una fotografia); tale foto verrà poi confrontata con quella presente negli archivi di MasterCard e se i tratti distintivi corrispondono, i pagamento verrà autorizzato. In alternativa si potrà autorizzare il pagamento tramite impronta digitale, se il terminale utilizzato lo permette.

Il sistema Identity Check dovrebbe venire introdotto nel corso dell’estate in circa 15 paesi, tra cui l’Itala, e dovrebbe inoltre garantire maggiore sicurezza, andando a sormontare i problemi dovuti alla scelta di password banali ed ai relativi furti o tentativi di phishing.

MasterCard sta lavorando anche ad altri sistemi di autenticazioni biometrica, come il riconoscimento vocale o la lettura del battito cardiaco tramite ECG.

L’impronta digitale è un metodo invece già utilizzato da molti, come ad esempio ApplePay o PayPal, mentre Windows 10 permette l’autenticazione grazie alla lettura dell’iride. E’ evidente che la biometria stia prendendo sempre più piede e in futuro possa andare a sostituire definitivamente le password e relativi problemi di sicurezza.

Potrebbe interessarti leggere