Expo

Expo è finita, i top e i flop dell’esposizione

Commenta

Il 31 ottobre si è conclusa Expo, ecco cosa non dimenticheremo.

Si è tenuta sabato la cerimonia di chiusura dell’esposizione internazionale, accompagnata sui social dagli hashtag #OroglioExpo e #CiaoExpo, durante cui il sindaco di Milano Pisapia e il presidente Mattarella si sono dichiarati soddisfatti.

Cosa rimarrà invece nella memoria collettiva riguardo ad Expo? Quali sono state le eccellenze e quali i flop?

L’ALBERO DELLA VITA

Al primo posto dei successi di Expo c’è sicuramente l’Albero della Vita, simbolo dell’evento, nonostante non sia stato apprezzato da tutti, ha attirato ogni giorno migliaia di visitatori ed è stato condiviso quasi  milioni di volte sui social.

LE TORRI DEL PADIGLIONE SVIZZERO

Da promuovere sicuramente c’è l’esperimento sulla sostenibilità del padiglione Svizzero, che ha messo a disposizione mele, sale, acqua e caffè in quattro torri, con l’obiettivo di scoprire a fine Expo se le risorse fossero stati sufficienti per tutti i visitatori o meno; mele e acqua sono terminate nella prima metà di ottobre.

CIBI ETNICI ED ECCELLENZE ALIMENTARI

Chi ha mangiato ad Expo ha potuto assaporare eccellenze alimentari provenienti da tutto il mondo, tra cui cibi veramente strani. Degni di nota gli hamburger con carne di coccodrillo, pitone e zebra, proposti dal padiglione dello Zimbabwe.

LE CODE

Il punto dolente di Expo, le code! L’affluenza all’esposizione, sopratutto durante gli ultimi mesi ha raggiunto livelli altissimi, con code concentrate sopratutto nei padiglioni più gettonati. Il giappone ha toccato le 10 ore di coda, ma anche Palazzo Italia ha raggiunto tempi di attesa molto elevati.

IL COSTO DEL CIBO

Le lamentele di chi ha mangiato a Expo si sono scatenate solo verso il conto! Tali lamentele sono state alimentate anche da varie bufale nel web. Quale sia il conto media dei ristoranti di Expo non ci è dato saperlo, ma la presenza di soluzioni low è un dato di fatto (di cui io stessa sono testimone).

#ciaoExpo

 

Potrebbe interessarti leggere