facebook

Con Facebook Messenger le news arrivano in chat

Commenta

Facebook apre agli editori: gli utenti visualizzeranno le notizie direttamente in Messenger.

Facebook sta puntando sempre più sia sull’editoria, grazie a funzioni come gli Instant Articles, che su Messenger, il sistema di messaggistica che ogni giorno integra sempre più nuove funzioni, tra cui la più recente è Spotify.

Il prossimo passo sembrerebbe essere l’integrazione delle news all’interno delle chat di Facebook Messenger. L’annuncio ufficiale potrebbe avvenire già in aprile al prossimo F8, una conferenza dedicata agli sviluppatori.

L’utente dovrebbe ritrovarsi recapitato un chat un estratto della notizia, con possibilità di cliccarci ed accedere al sito web della testata per leggere l’intero articolo, anche se la funzione sembra essere particolarmente adeguata all’accoppiata con gli Instant Articles.

Non è ancora ben chiaro il funzionamento che potrebbe avere questo strumento, se si tratterà di contenuti distribuiti in maniera automattizata (o controllata) tramite un chatbot o quale sarà l’effettiva modalità di distribuzione dei contenuti. Quali notizie visualizzeremo? Provenienti da chi? In quale modo? Secondo quale criterio?

Per funzionare in maniera ottimale il sistema dovrebbe però essere sottoposto ad una configurazione iniziale da parte dell’utente, con la possibilità di selezionare le notizie di suo interesse. Tale possibilità aiuterebbe Facebook a diventare una sorta di quotidiano online personalizzato secondo le preferenze degli utenti.

Sembrerebbe che tala funzione, o qualcosa di molto simile, sia già in fase di test per alcune testate, tra cui il giornale tedesco Bild.

BILD news facebook messenger

Secondo le indiscrezioni le notizie verrebbero recapitate in chat direttamente dalla testata, solamente agli utenti che in passato hanno già avuto conversazioni su Messenger con la relativa pagina. Non è chiaro se anche in futuro funzionerà in questa maniera o se le notizie verranno recapitate ad ogni utente/fan o solamente a chi si iscriverà al servizio.

Se la funzione venisse implementata sarebbe una grandissima possibilità per gli editori, che potrebbero potenzialmente raggiungere in maniera diretta un bacino di utenza molto ampio.

Al momento Facebook non ha rilasciato nessuna dichiarazione in merito.

Potrebbe interessarti leggere