Linkedin

Linkedin: come creare il profilo perfetto e quali parole evitare

Commenta

Quali sono le parole che non aiutano a trovare lavoro? Cosa fare per farsi notare su Linkedin?

Linkedin come ogni anno rivela le buzzword, le parole più utilizzare nei CV per descrivere le proprie doti. Tali parole sarebbero però da evitare, non apportando nessun lavore aggiunto al Curriculum Vitae essendo ormai onnipresenti e dunque svalorizzate; inoltre l’utilizzo di tali parole non è per nulla originale e non vi aiuterà a distinguervi dalla massa.

Ecco la classifica dei termini da evitare:

1. Esperto
2. Strategico
3. Responsabile
4. Creativo
5. Organizzazione
6. Multinazionale
7. Appassionato
8. Motivato
9. Problem_solving
10. Leadership

Linkedin ha anche realizzato una serie di vignette con il tema #nobuzzword per dimostrare quanto fuori luogo possa essere l’utilizzo di tali parole, applicandole a contesti di vita quotidiana: “Non parleresti così nella vita reale. Perchè parli così sul tuo profilo?”.

Come rendere attraente il proprio profilo?

Quali sono invece le regole da seguire per rendere interessante ed efficace il proprio profilo Linkedin?

La prima cosa da fare è completare il sommario,  arricchendolo con esperienze e casi pratici che dimostrino la vostra esperienza, evitando però accuratamente le buzzword. Raccontate un episodio dove sono emerse le vostre capacità, senza elencarle in modo anonimo.

Usate foto, presentazioni ed elementi grafici, sopratutto se il vostro lavoro è in ambito creativo. A volte un’immagine funziona meglio ed è più efficace di mille parole.

Entrate a far pare di gruppi tematici, dove potete farvi notare da altre persone esperte nel vostro settore. Commentate, postate contenuti, create una buona rete sociale, condividete notizie ed esprimete opinioni, tutto può tornare utile per mostrare il proprio carattere e la propria conoscenza su un argomento, fate che siano le vostre capacità ed idee a mettervi in mostra! Inoltre i membri attivi nei gruppi hanno profili visitati mediamente 15 volte in più degli altri.

Un ultimo consiglio è quello di consigliare e raccomandare altre persone, che in futuro potrebbero ricambiare il favore.

 

Potrebbe interessarti leggere