emoji

Twitter: annunci pubblicitari basati sulle emoji utilizzate

Commenta

Pubblicità a misura di emoji: anche le faccine saranno utilizzate per targettizzare gli utenti.

Le emoji sono sempre più utilizzate dagli utenti e Twitter ha trovato il modo di renderle qualcosa di più utile rispetto ad una semplice decorazione per le vostre conversazioni.

L’ultima trovata di Jack Dorsey è infatti quella di utilizzare le emoji come strumento di targeting per le campagne pubblicitarie. Il meccanismo è molto semplice, si potrà scegliere di mostrare il proprio annuncio ad utenti che hanno utilizzato una serie di emoji pertinenti, come ad esempio sponsorizzare ristoranti agli utenti che hanno twittato emoji rappresentati del cibo.

Dal 2014 ad oggi sono state twittate oltre 110 miliardi di emoji, la possibilità di usarle come strumento di targettizzazione degli annunci è quindi notevole. Le emoji non sappresentato solo emozioni, ma anche passioni e prodotti, rendendo il tutto estremamente semplice ed efficacie, sopratutto in affiancamento al contenuto dei proprio tweet.

Questa nuova funzionalità apre opportunità uniche per il marketing, permettendo agli inserizionisti di:

  • Connettersi con persone in base alle emozioni espresse
  • Raggiungere le persone in base alle loro passioni
  • Sfruttare i tweet “alimentari” propronendo ristoranti o prodotti mirati

Le emoji con questa mossa assumono ulteriore rilevanza nella comunicazione. Chissà se altri social copieranno questa mossa.

 

Potrebbe interessarti leggere