twitter

Twitter migliora gli strumenti contro comportamenti molesti

Commenta

E’ ora possibile silenziare le conversazioni e segnalare abusi in maniera più semplice.

Twitter ha potenziato gli strumenti a disposizione degli utenti per difendersi da troll e comportamenti molesti.

Per prima cosa Twitter ha inserito alcuni filtri anti-molestie. Anzichè silenziare un utente è infatti ora possibile silenziare l’intera conversazione, semplicemente cliccando sull’icona apposita ve selezionando Silenzia conversazione.

twitter-mute-conversation

Nel caso particolari parole o argomenti siano per voi particolarmente fastidiosi, potrete anche decidere di silenziare hashtag e keywords. In questo modo non vedrete più nessun tweet contenente tali vocaboli, nè relative notifiche in caso di Menzione. L’elenco delle parole che desiderate bloccare è configurabile nella sezione Impostazioni.

Tale funzione, che era stata già rilasciata erroneamente per un breve periodo di tempo, è ora stata rilasciata ufficialmente. Un’analoga funzione è presente anche in Instagram da diverso tempo.

twitter-mute-words

Sarà inoltre possibile segnalare abusi legati a condotte che incitano all’odio, con la possibilità di specificare se si tratti di odio nei confronti di una razza, una religione, un genere oppure un orientamento.

Un utente potrà inoltre effettuare segnalazioni anche per conto di altri utenti (oggetto di abusi), andando a rafforzare la loro posizione e confermare l’avvenuta molestia, andando ad avvalersi della partecipazione attiva degli utenti nella lotta agli abusi.

Il tutto nasce con l’intento di limitare la diffusione di conversazioni moleste e stalking, cercando di tutelare gli utenti e spegnere sul nascere flames e discussioni a scopo di troll.

 

 

 

Potrebbe interessarti leggere